Lidia By 

Mostre Torino 2017 2018


Eccovi alcune anticipazioni sulle mostre in programma a Torino o fino o da Gennaio 2018 

GENNAIO

Mirò sogno e colore 

Musei Reali Sale Chiablese, fino al 14 gennaio

Una straordinaria esposizione dedicata a uno dei massimi interpreti del Novecento, Joan Miró (Barcellona, 1893 – Palma di Maiorca, 1983): 130 opere, quasi tutti olii di grande formato, in prestito dalla Fundació Pilar i Joan Miró a Maiorca, che conserva la maggior parte delle opere dell’artista catalano create nei 30 anni della sua vita sull’isola.

 

Missione Egitto 1903-1920.

L’avventura archeologica M.A.I. raccontata

Museo Egizio, fino al 14 gennaio

La mostra racconta l’attività della M.A.I., la Missione Archeologica Italiana, e del suo fondatore Ernesto Schiaparelli che, con 11 campagne di scavo, arricchisce la collezione del Museo Egizio di circa 30.000 pezzi, tra cui capolavori di inestimabile valore come i corredi della tomba di Kha e Merit e della tomba di Nefertari.

 

Piccole sculture bianche.

I biscuits di Palazzo Reale

Galleria Sabauda, fino al 28 febbraio

Un’imperdibile occasione per ammirare le porcellane che nel Settecento costituivano il vanto delle più prestigiose case regnanti. Le opere esposte rimandano alle manifatture francesi tra cui quella reale di Sèvres, quella di Jean-Népomucene-Herman Nast e quella di Giacomo Boselli.

 

Giansone. Sculture da indossare

Palazzo Madama Sala Atelierfino al 29 gennaio

Esposizione dedicata ai gioielli in oro forgiati dall’artista torinese Mario Giansone, uno dei più valenti scultori italiani del ‘900.

Gianfranco Ferrè. Sotto un’altra luce.

Gioielli e Ornamenti

Palazzo Madama, Sala del Senato, fino al 19 febbraio

La mostra, realizzata in collaborazione con la Fondazione Gianfranco Ferré di Milano, presenta in anteprima mondiale 200 oggetti-gioiello che ripercorrono per intero la vicenda creativa del celebre stilista italiano a dieci anni dalla scomparsa.

 

Odissee. Diaspore, invasioni, migrazioni, viaggi e pellegrinaggi

Palazzo MadamaCorte Medievale, fino al 19 febbraio

La mostra, ripercorre il tema del cammino dell’Uomo sulla Terra, dei viaggi e delle sue migrazioni tra preistoria e contemporaneità, attraverso reperti etnografici e archeologici, ceramiche, miniature indiane, armi e armature, carte geografiche, dipinti, sculture e molto altro.

 

Bestiale! Animal Film Stars

Museo Nazionale del Cinema Mole Antonelliana, fino all’8 gennaio

L’esposizione – a cura di Davide Ferrario e Donata Pesenti Campagnoni con la collaborazione di Tamara Sillo e Nicoletta Pacini – racconta l’universo multiforme degli animali su grande schermo. Fotografie, manifesti, storyboard, costumi di scena, memorabilia dialogano con le sequenze dei film.

 

ARCHIVI 2. 1960-1962 Il Giappone alla GAM.

Omaggio a Sofu Teshigahara e mostra Strutture e stile

GAM, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, fino al 21 gennaio

Due iniziative per ricordare l’installazione Ikebana realizzata nel 1960 da Sofu Teshigahara nel giardino della Galleria d’Arte Moderna e la mostra Strutture e Stile ideata da Michel Tapié e ospitata dal museo nel 1962.

Un mistero svelato: il ritratto di Massimo d’Azeglio

GAM, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, WunderKammer, fino al 25 febbraio

Un percorso espositivo che ricostruisce la storia dell’affascinante ritratto dell’artista attraverso venti capolavori della cultura figurativa romantica, insieme a fotografie d’epoca, manoscritti e documenti originali, che portano a svelare il mistero del dipinto.

 

Vero amore. Pop Art italiana dalle collezioni GAM

GAM, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea

Un nuovo allestimento di opere provenienti dalle collezioni GAM: circa sessanta opere tra dipinti, sculture e video per riflettere sulla vicenda storica della Pop Art in Italia.

 

Sportification

Videoteca GAM, fino al 21 gennaio

Una mostra dedicata alla storia del programma televisivo Giochi Senza Frontiere trasmesso in eurovisione dal 1965 al 1999.

 

Paranormal

Pinacoteca Agnelli, fino al 24 febbraio

Una raccolta ideale delle opere dell’artista americano Tony Oursler e una selezione di oggetti della sua enorme collezione legata al mondo dell’occulto, posti in relazione alle opere presenti nelle collezioni torinesi del pittore sensitivo Gustavo Rol.

 

Anna Boghiguian

Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, fino al 7 gennaio

Prima retrospettiva dell’artista egiziano-canadese di origine armena (Il Cairo, 1946), che ha ricostruito al Castello di Rivoli l’ambiente del suo atelier del Cairo.

 

Gilberto Zorio

Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, fino al 18 febbraio

Prima grande retrospettiva dedicata da un museo pubblico torinese a Gilberto Zorio (Andorno Micca, 1944), uno dei pionieri della storia dell’arte contemporanea e tra i protagonisti dell’Arte Povera.

Come una falena alla fiamma

OGR Officine Grandi Riparazioni e Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, fino al 14 gennaio

La mostra si snoda in un percorso attraverso la Collezione della Fondazione per l’arte Moderna e Contemporanea CRT e la Collezione della Fondazione Sandretto in dialogo con un nucleo di opere conservate in alcune delle maggiori istituzioni museali pubbliche della città, tra cui il Museo Egizio, Palazzo Madama, MAO, GAM e Castello di Rivoli che, per l’occasione, verranno esposte alle Officine Grandi Riparazioni e alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.

 

Luigi Serralunga. Tra Simbolismo e Liberty

Palazzina di Caccia di Stupinigi, fino al 18 febbraio

Esposizione antologica dedicata al pittore e interprete della cultura artistica italiana a cavallo fra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, frutto di una collaborazione fra il museo, la Città di Nichelino, la Fondazione Ordine Mauriziano e l’Associazione Reverse per la valorizzazione nel campo delle arti visive della Palazzina di Caccia di Stupinigi.

 

Torino e i suoi fiumi

Archivio Storico della Cittàfino al 30 marzo

Oltre 200 pezzi tra documenti, rare incisioni, disegni d’epoca e fotografie, raccontano il rapporto tra Torino e i suoi corsi d’acqua dal Medioevo ai giorni nostri. I temi sono le origini della città, la pesca, gli antichi mestieri, dighe, canali e forza motrice, i mulini, gli opifici e le industrie, quando la natura si ribella, fiumi e loisir, un secolo di curiosità.

 

Cinzano: da Torino al mondo.

Viaggio alla scoperta di un’icona italiana

Museo Nazionale del Risorgimento, fino al 14 gennaio

Il 260° anniversario di Cinzano celebrato attraverso l’esposizione di alcune delle sue più famose illustrazioni e vari oggetti iconici. La mostra è suddivisa in tre sezioni tematiche e, quella principale, è incentrata sulla comunicazione e la pubblicità di Cinzano, con numerosi poster originali firmati dai più importanti artisti degli ultimi due secoli.

 

Carlos Garaicoa. El Palacio de las Tres Historias

Fondazione Merz, fino al 4 febbraio

Grandi installazioni, opere fotografiche e video dedicati al tema della città quale spazio ideale, luogo di partecipazione e di crescita di storie e prospettive, con particolare riferimento alla città di Torino.

 

Niki De Saint Phalle

MEF Museo Ettore Fico, fino al 14 gennaio

La mostra, realizzata in collaborazione con il MAMAC di Nizza e con l’apporto di importanti collezioni private internazionali, presenta un’approfondita antologia sull’unica esponente femminile del Nouveau Réalisme.

 

Tarocchi, dal rinascimento a oggi

MEF Museo Ettore Fico, fino al 14 gennaio

Esposizione in collaborazione con la casa editrice Lo Scarabeo che racconta la storia dei tarocchi, dalla loro nascita in Italia intorno alla metà del Quattrocento fino ai giorni nostri.

 

Arrivano i Paparazzi!

Fotografi e divi, dalla Dolce Vita a oggi

CAMERA, Centro Italiano per la Fotografia, fino al 7 gennaio

Un percorso visivo sulla pratica della cosiddetta fotografia “rubata”, attraverso cui è possibile ricostruire momenti storici e fenomeni di costume. Il cuore dell’esposizione è costituito dalle immagini legate alla grande stagione del cinema italiano della seconda metà degli Anni Cinquanta

 

L’occhio magico di Carlo Mollino.

Fotografie 1933 – 1973

CAMERA, Centro Italiano per la Fotografia, dal 18 gennaio al 13 maggio

La mostra, a cura di Francesco Zanot e dedicata al lavoro di Mollino nell’ambito della fotografia, indaga e mette a confronto la molteplicità degli approcci adottati da Mollino con questo mezzo.

 

Piranesi, la fabbrica dell’utopia

Galleria Sabauda, dal 6 dicembre all’11 marzo 2018

Oltre 150 opere provenienti dalla Fondazione Giorgio Cini di Venezia e dal Museo di Roma di palazzo Braschi, in una mostra che illustra l’attività di Giovan Battista Piranesi, il grande incisore e architetto veneto che applicò il vedutismo alla passione per le grandiose rovine di Roma.

 

Giacomo Grosso.

Una stagione tra pittura e Accademia

Sedi varie, fino al 7 gennaio

Al Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto e alla Pinacoteca dell’Accademia Albertina viene esposta l’opera del Maestro: dai paesaggi alle vedute urbane, dalle nature morte ai ritratti, ai nudi femminili.

 

Giovanni Boldini

Reggia di Venaria, Sale delle Arti, fino al 28 gennaio

Oltre 100 capolavori tra olii e pastelli, una raccolta ricca e spettacolare della produzione di Boldini e di altri artisti a lui contemporanei. La genialità della pittura di Boldini ha saputo restituire le atmosfere rarefatte di un’epoca straordinaria: il fascino femminile, gli abiti sontuosi e fruscianti, la Belle Époque, i salotti.

 

Lady Diana. Uno spirito libero

Reggia di Venaria Reale, fino al 28 gennaio

A distanza di vent’anni dalla morte di Lady Diana, la mostra celebra questa icona mondiale con un’esposizione che rappresenta un tuffo nella storia che ci appartiene: la principessa è infatti diventata un mito di femminilità e di forza, racchiudendo in sé paradossi e sfaccettature di ogni donna.

 

Peter Lindbergh.

A different Vision of Fashion Photogrphy

Reggia di Venaria Reale, fino al 4 febbraio

220 dei migliori scatti di Peter Lindbergh, considerato uno dei più importanti fotografi di moda viventi. Un campo da lui rivoluzionato con l’abbandono degli scatti algidi ed in posa sostituiti da un linguaggio disinibito che esprime la grazia oltre che la bellezza, ispirato al cinema e alla danza.

 

Caravaggio experience

Reggia di Venaria Reale, fino all’11 febbraio

Un’imponente videoinstallazione originale che propone l’opera del celebre artista Michelangelo Merisi utilizzando un approccio contemporaneo: l’uso di un sofisticato sistema di multi-proiezione a grandissime dimensioni, combinato con musiche suggestive e fragranze olfattive.

 

Filippo de Pisis, eclettico connoisseur

MEF Museo Ettore Fico, dal 24 gennaio al 17 aprile

Mostra sul rapporto a lungo intercorso tra l’artista e le fonti pittoriche del presente e soprattutto del passato.

Ferenc Pinter. I’illustratore perfetto

MEF Outsise, dal 24 gennaio al 17 aprile

In occasione del decennale della scomparsa, i visitatori possono ammirare il lavoro di Ferenc Pinter, l’artista italo-ungherese che ha realizzato la grafica delle più importanti collane di Mondadori, dedicandosi inoltre alla produzione di campagne pubblicitarie e manifesti politici.

Eroi di carta

Mufant, Museo del Fantastico e della Fantascienza di Torino, fino al 25 febbraio

Mostra dedicata alle origini e all’evoluzione transmediale del fumetto di genere fantastico.

 

Lidia
Lidia
About me

LIDIA attenta osservatrice e talent scouting vi guiderà nella città alla ricerca delle eccellenze e degli eventi di nicchia

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *