emily By 

Farò di San Giovanni


Sta sera verso le 22,30 circa avrà luogo una delle tradizioni più spettacolari e belle di Torino: il farò di San Giovanni.

La tradizione del Farò é molto antica. Potrebbe addirittura essere nata proprio con la festa del santo (In alcuni documenti storici risalenti al 602 viene già menzionata l’elezione a patrono di San Giovanni) Anticamente la catasta di legna da aderente veniva preparata in piazza Castello, all’altezza di via Dora Grossa, l’attuale via Garibaldi. Solo in epoca più recente la catasta di legno è stata spostata all’altezza di via Palazzo di Città. Questo trasferimento permetteva al cavaliere del vicario e ai suoi uomini di vegliare durante la notte mantenendo l’ordine.
La notte del 23 giugno, vigilia di San Giovanni, era il momento del Farò. Nella piazza centrale veniva allestita un’enorme catasta piramidale di legna a cui il figlio più giovane del principe regnante doveva dare fuoco. Le fiamme creavano un grande falò intorno al quale gli abitanti onoravano la festa con danze, canti e preghiere per San Giovanni.
Come per molte feste cristiane anche le origini della festa di San Giovanni sono accompagnate da superstizioni e credenze popolari. La festa di San Giovanni infatti coincide con il solstizio d’estate. Nel mondo pagano questo evento è simbolo del passaggio che portava la Terra dal predominio lunare a quello solare. Inoltre, la notte del solstizio d’estate è la più corta dell’anno.
Nel corso di questa notte di festa, gli abitanti davano sfogo a riti magici seguendo credenze popolari. Ad esempio, si bruciavano le vecchie erbe nel falò per poi raccoglierne di nuove per leggere il futuro; si comprava dell’aglio per avere un anno fortunato, o ancora si raccoglieva un ramo di felce, a mezzanotte, e si conservava in casa per aumentare i denari. Inoltre, si dice che durante la notte venivano raccolte erbe e foglie da battezzare nelle acque per preparare filtri e pozioni magiche per fare incantesimi nell’arco dell’anno.
L’unica tradizione che si conserva tutt’oggi è la tradizionale caduta del toro posto in cima al falò. Infatti, al centro del Farò viene posizionata la sagoma di un toro; in base alla direzione in cui essa cade porterà fortuna o sfortuna alla città nell’anno seguente. La leggenda vuole che, se la sagoma del toro cade verso Porta Nuova,l’anno in arrivo sarà prospero. Al contrario, se la sagoma taurina cade in direzione opposta, Torinodovrà prepararsi a un’annata poco favorevole.

Domani 24 giugno i festeggiamenti per San Giovanni che culmineranno con i tradizionali fuochi d’artificio sul Po

Duomo
Ore 10.00 – Gianduja e Giacometta con i personaggi dello Storico Carnevale di Ivrea attendono le Autorità sul sagrato
Ore 10.30 – Messa Solenne – Distribuzione dei pani della Carità con la partecipazione della Banda del Corpo di Polizia Municipale di Torino

 

Parco Ruffini – Ingresso Corso Trapani
Ore 7.30 Ritrovo – Partenza ore 8.30 – Arrivo previsto per le 11.15
“34° Trofeo di San Giovanni – Ricordando don Aldo Rabino e Andrea Flamini (Gianduja) “ Manifestazione cicloturistica non competitiva valida per il Campionato Italiano di Cicloturismo 2017 per Società.

 

Piazza Carlo Felice – Giardino Sambuy
Ore 8.00 – 20.00 – “Arte nell’Arte” Rassegna dedicata alle arti visive: opere pittoriche e fotografiche verranno collocate sulla cancellata del Giardino Sanbuy.

 

Piazza Castello (fronte Teatro Regio)
Ore 10.00 – 12.30 – “San Giovanni sul tram storico” – Corse gratuite ogni 30 minuti

 

Piazza Carlo Alberto
Ore 10.00 – 21.00 – “Mercatino Extravaganza – Edizione straordinaria”

 

Murazzi del Po
Ore 10.00 – 17.00 – “Cittadini e turisti: tutti in canoa”
Ore 14.30 – 16.00 – Esibizione di canoa polo

 

Corso Moncalieri 18
Ore 10.00 – 21.00 – Torneo di beach volley “San Giovanni 2017” – con sedici squadre, miste, aperto a tutti

 

Fiume Po
Ore 14.30 – 19.00 – Regata di canottaggio (Castello del Valentino – Circolo Amici del Fiume)
Ore 19.00 – 21.30 – “Palio in canoa” (Ponte Umberto I – Circolo Amici del Fiume)
Ore 22.00 – 22.15 – “Fiaccolata sul Po”

 

Piazza Castello
Ore 16.00 – Partenza sfilata auto storiche con Gianduja, Giacometta e le Giaconette, per le vie del centro cittadino
Via Terraneo 11/a – Impianto Comunale Valdellatorre

Ore 17.30 – 18.00 – Inaugurazione Campionato del Mondo Tennis Service 2017 – 2° edizione. Spettacolo con artisti professionisti acrobatici. Possibilità di assistere agli incontri di tennis previsti nella giornata

 

Piazza Carignano
Ore 20.00 – 21.00 – “Sogno di un concerto d’Inizio Estate” con il Coro Sine Nomine

 

Piazza Castello
Ore 15.30 – 16.45 – Esibizione del Gruppo di Ballo Sas Bonorvesas – Musiche e balli tradizionali sardi
Ore 17.00 – 18.30 – Dj Set Balfolk – Animazione balli con Dj Max
Ore 18.45 – 19.45 – Pizziche e canti tradizionali salentini
Ore 20.00 – 21.00 – Coro gospel “The White Gospel Group”
Ore 21.00 – 22.15 – Esibizione gruppo musicale Metatron – Divagazioni musicali dagli anni 70 ad oggi
Ore 23.00 – 24.00 – Esibizione Band dB Project Live Quintet – Dalla Battisti Tribute

 

Spettacolo pirotecnico
Ore 22.30 – Ponte Vittorio Emanuele, Fiume Po, Giardini Ginzburg

 

emily
emily
About me

EMILY fashion designer appassionata di moda, vi guiderà alla scoperta di eventi insoliti dandovi qualche consiglio sugli outfit che potreste utilizzare

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *